Casa di campagna per famiglie

  • Notizie
  • Casa di campagna per famiglie

In questa villa in tronchi, sullo sfondo di un giardino fiorito, si può percepire qualcosa di francese e patriarcale russo allo stesso tempo. Soprattutto quando, secondo l’autore di questo progetto, Nerterova Julia, non esiste uno stile specifico: questa villa nella costruita nella periferia di Mosca è solo una casa – semplice e scanzonata come l’infanzia.

SALON: come è cominciato tutto questo?
Julia Nesterova: il cliente ha visto il mio lavoro sulla rivista SALON-interior e mi ha offerto di progettare la loro casa di campagna. Ho dovuto pensare a tutto – a partire dal luogo per arrivare alle finiture interne. Da un lato potevo fare quello che volevo, dall’altro è stato un compito difficile perché non c’era nulla a cui aggrapparsi, solo i campi di fiori che circondavano la proprietà. Fin dall’inizio abbiamo deciso di costruire una casa di tronchi. Il legno è vivo, è un materiale caldo che si adatta al relax e all’aria aperta. La casa non doveva avere l’aspetto di una casa colonica. Volevo che l’interno fosse neutrale, senza stili riconoscibili. Quindi, utilizzando alcuni trucchi, ho voluto nascondere la sensazione di “cascina” della casa. I punti in vi erano i tronchi a vista ho deciso di verniciarli di un colore molto chiaro, quasi bianco. L’ho fatto in modo che il legno diventasse uno sfondo. La costruzioni ha richiesto alcuni anni per cui far corrispondere al legno “in movimento” dei materiali più statici (sfondi, mattoni, mattonelle) ha richiesto conoscenze tecnologiche e strutturali molto particolari. Ma ne è valsa la pena.

La casa non è né grande né piccola. Quando si parlava della dimensione della casa ci siamo decisi per una di medie dimensioni. E’ la più adatta per una confortevole residenza non permanente. Le camere sono disposte sui piani secondo la loro funzione. Il primo piano è il principale. Con un soggiorno con camino, sala da pranzo, camera per gli ospiti e una camera con bagno. Tutto il secondo piano è per i bambini. Il piano interrato è la zona ricreativa e di divertimento. Un tavolo da biliardo, un piccolo cinema, cucina e camere aggiuntive si trovano qui. C’è anche una piccola struttura per gli uspiti in cui è situata la sauna. Entrambi gli edifici sono strategicamente posizionati in modo tale che il territorio non sia visibile dall’esterno.

S: Ci dica qualcosa di più sugli interni
L’interno è stato influenzato dal mio viaggio a Onfler (Normandia). All’inizio dovevamo costruire una casa sull’acqua. A causa di motivi tecnici non è stato possibile scavare per formare un laghetto (la pendenza era sbagliata), così abbiamo dovuto lasciare questa idea. Ma i temi marini sono rimasti nei dettagli degli interni – le soluzioni architettoniche, gli accessori, i disegni. Il concetto ha continuato a cambiare durante il periodo della costruzione, ma le associazioni di spirito francese e olandese sono rimaste. Ecco perché qui ci sono alcuni temi in stile russo e perché ho voluto che la villa somigliasse a qualcosa di inizio del secolo scorso.

S: il colore grigio è abbondante qui. In realtà la combinazione dei colori è un po’ sorprendente …
Mi piacciono i colori freddi e penso che si adattino al nostro clima meglio che i colori caldi italiani. E il grigio francese è il mio preferito. In realtà la combinazione di colori ha continuato ad evolversi usando come base l’ortensia. Ho mostrato questo fiore ai miei clienti e ho detto quali sarebbero stati i colori degli interni: grigio morbido, rosa, grigio, grigio-verde e oro satinato.

S: Il giardino della villa non è un tipico giardino del circondario di Mosca. Ricorda un giardino da qualche parte in Europa …
In realtà il disegno del giardino si basa sulla tradizione europea: non volevamo avere pini e abeti intorno. E’ molto diverso da quello dei vicini giardini nei colori e nelle forme. La varietà dei colori delle piante in fiore è molto più vario e rigoglioso di quanto siamo abituati. Durante la creazione del giardino abbiamo piantato meli, salici e belle ortensie.

S: La cosa più importante nel suo lavoro?
Il punto fondamentale di qualsiasi ambiente di vita non è lo stile o i mobili o i colori. Queste sono cose secondarie. Per me è più importante che la casa offra la felicità e soddisfazione ai proprietari, anche se richiede uno sforzo enorme e un sacco di lavoro.

L’autore del progetto Julia Nesterova:
“Questo è il mio progetto preferito. Sono stata estremamente fortunata ad avere questo cliente: ci siamo capiti dalla prima parola. Gli interni non devono dimostrare qualcosa a qualcuno per me, è la mia sensazione e la mia concezione di una casa di campagna. Qui ho potuto realizzare le idee che volevo, non ho dovuto fare ciò che va di moda o rappresenta lo status sociale dei proprietari. Credo di essere riuscita a creare una casa accogliente dove la vita è semplice e piena di gioia “.

Fonte: www.salon.ru